La Grande Guerra Patriottica

La Grande Guerra Patriottica

Perché scrivere un libro su un argomento trito e ritrito come la Seconda Guerra Mondiale? C’è ancora qualcosa che non è stato scritto o detto? Queste sono le prime domande che mi sono posto prima ancora di iniziare a scriverlo. Il fatto è questo: siamo nati e cresciuti nel mondo occidentale, ed abbiamo visto e vissuto l’epilogo della guerra fredda e nell’immaginario collettivo diffuso in occidente l’idea che l’ultimo conflitto mondiale si concluda con una vittoria del mondo libero, grazie al decisivo apporto degli Stati Uniti, è universalmente accettata. È, peraltro, innegabile che l’apporto degli USA fu decisivo per le sorti del conflitto.

Gerusalemme Capitale d’Israele o di Palestina?

Gerusalemme Capitale d’Israele o di Palestina?

La “Questione Gerusalemme” ha radici relativamente lontane. 29 novembre 1947, all’Assemblea generale dell’ONU viene emanata la risoluzione 181, con cui l’Assemblea generale delle Nazioni Unite raccomandava l’adozione del piano di partizione della Palestina britannica. Tale risoluzione prevedeva la suddivisione della Palestina in due zone: una ebraica e una araba e poneva Gerusalemme all’interno di una zona internazionale amministrata dall’ONU.

Follie da Guerra Fredda

Follie da Guerra Fredda

if countries are going to have nukes, we’re going to be at the top of the pack (Donald Trump) “Se delle nazioni sono in procinto di ottenere delle armi nucleari, noi dobbiamo restare i primi in questo campo” Con frasi di questo tenore il nuovo inquilino della casa bianca cancella 30 anni di politica americana sul disarmo nucleare. Del resto già a Natale aveva twettato un sorprendente “Let it be an arms race” (lascia che sia un corsa al riarmo) alludendo ad un cambio deciso di rotta da parte dell’amministrazione Americana dopo i tagli apportati ad Obama.

La paura dell’Orso Russo

La paura dell’Orso Russo

Viviamo in  un’epoca in cui dopo quasi 30 anni di oblio comincia a riaffacciarsi sulla scena il “pericolo Russo”. Dai tempi di Carlo Magno, passando per Napoleone, Hitler fino alla Guerra Fredda, la Russia è sempre stata vissuta come una minaccia. Analizzare oltre 1200 anni di storia non è possibile, ma focalizzando l’attenzione su un periodo di tempo limitato, come l’ultimo conflitto mondiale è un po’ più semplice. Nell’immaginario collettivo diffuso in occidente l’idea che l’ultimo conflitto mondiale si concluda con una vittoria del mondo libero grazie al decisivo apporto degli Stati Uniti è universalmente accettata. Ed è innegabile che l’apporto degli USA fu decisivo per le sorti del conflitto. […]

Italiani, brava gente

Italiani, brava gente

A.D. 1997. ricordo quell’estate in Grecia. Di ritorno da un giro nelle isole dell’Egeo, fummo ospitati da una alcuni amici ad Atene per un paio di giorni prima di ripartire per l’Italia. In quella occasione vidi un film: Mediterraneo di Gabriele Salvatores. Avevo già visto questo film, ma vederlo lì faceva tutto un altro effetto. In questo film l’occupazione italiana viene descritta in modo romantico, a tratti comico, come un’occupazione benevola, tranquilla, amichevole. Spesso infatti si è sempre cercato un distinguo con i nostri alleati tedeschi in tempo di guerra, che sono universalmente riconosciuti come brutali e feroci. Studiando un po’ però ci si rende conto quanto l’occupazione Italiana della […]

Quando c’era “Lui”: Miti, bufale e leggende

Quando c’era “Lui”: Miti, bufale e leggende

I social network hanno rivoluzionato il modo di comunicare. Una rivoluzione però non proprio positiva visto che ad oggi la maggior parte delle persone si informa tramite Facebook, leggendo e diffondendo notizie provenienti da fonti quanto meno discutibili. Bufale e idiozie varie fanno breccia nelle menti di molti e così ti ritrovi a leggere delle castronerie incredibili. Basti Pensare alle migliaia di frasi mai dette attribuite a personalità del mondo contemporaneo o del passato: Putin, la Boldrini, Che Guevara… a chiunque viene attribuita qualsiasi affermazione… e la gente le diffonde senza un minimo di controllo. Ed è chiaro che personaggi controversi come Benito Mussolini, vengono esaltati sul web con affermazioni […]